ARTISTI

Jacopo Ceccarelli / 2501 è nato a Milano nel 1981. Dopo aver studiato come montatore presso la Scuola Civica di Cinema di Milano, frequenta il Master di comunicazione visiva presso la New Bauhaus University di Weimar. A São Paulo entra in contatto con gli esponenti della Scuola Sud Americana di Graffiti. Prima con la Tag ‘Robot Inc’ poi come 2501 combina diverse pratiche quali muralismo, pittura su tela, scultura, installazione, fotografia e video. Poliedrico, sperimentatore e nomade, Jacopo Ceccarelli, aka 2501 intende e vive la pittura come pratica meditativa e problem solving processuale. Le sue opere dialogano con il contesto non solo attraverso l’interazione con la comunità, ma anche dal punto di vista architettonico, spaziale e materico, Interpreta l’ambiente circostante e lo trasforma senza limiti Attualmente vive, espone e realizza interventi artistici tra l'Europa, gli Stati Uniti e il Sud America.
Luca Barcellona, è artista e calligrafo milanese. La sua esperienza nel campo delle lettere comincia come writer nel 1994, e si avvicina alla calligrafia nel 1999. Da sempre interessato al lettering in tutte le sue forme, dal 2008 insegna con l’ACI, e tiene corsi e conferenze in tutto il mondo, diffondendo la sua idea della scrittura come disciplina storica in costante evoluzione, che sopravvive grazie alla contaminazione con le tecniche attuali e l’applicazione della calligrafia nella comunicazione visiva del nostro tempo. Parallelamente alla sua attività artistica, che spazia dalla scrittura su grandi pareti, alle esposizioni nelle gallerie e nei in contesti istituzionali, collabora con agenzie di pubblicità, brand di abbigliamento e case discografiche. Nel 2012 ha pubblicato Take Your Pleasure Seriously, la sua prima monografia per la casa editrice Lazy Dog press, di cui è anche socio fondatore.
Rancy, nato a Milano nel 1990,è un urban artist italiano, designer pluripremiato, illustratore. Laureato al Politecnico di Milano, ha studiato grafica, interior design, comunicazione, pubblicità e industria della moda. Combinando le sue esperienze di accademia e di strada, ha realizzato numerosi interventi che l’hanno reso oggi uno tra gli artisti più apprezzati della scena milanese e uno tra i più rappresentativi writers italiani a livello internazionale. Negli anni Rancy ha esposto i suoi lavori in contesti istituzionali, tra questi si ricordano: la Triennale di Milano (2006 e 2011), al PAC / GAM e sviluppato importanti collaborazioni professionali e creative.
Zedz / Prima i graffiti per le strade, poi gli studi alla Gerrit Rietveld Art Academy di Amsterdam e, dopo la laurea, il lavoro come artista/designer indipendente che guarda alla tipografia per la realizzazione dei suoi oggetti tridimensionali astratti.
“Zedz”, il suo nome, è la spina dorsale del suo lavoro e viene dai graffiti, a cui si è dedicato fin da adolescente. Oggi, con le sue opere, Zedz mira ad abbattere i confini in tema di design, lettering e graffiti. In quest’ottica si devono leggere la collaborazione con Maurer United Architects, che ha portato a una serie di proposte sul tema “Graffiti/Architettura”, e le opere collocate in diverse città costruite con enormi pezzi 3D che fungono da arredo urbano.Più che nelle gallerie o sui muri, oggi il lavoro di Zedz si può ammirare e toccare con mano negli spazi pubblici, grandi e aperti. I suoi ambiti di interesse sono l’architettura, il design, l’arte pubblica, i graffiti, i modellini di plastica, carta e legno, in una interazione e collaborazione tra le diversi discipline. www.zedz.org